Per saperne di più sul Referendum – Legittimo Impedimento

LOGO IDV

REFERENDUM LEGITTIMO IMPEDIMENTO

La legge sul legittimo impedimento.

Con la legge 51/2010 viene istituito come legittimo impedimento a comparire in udienza, per il Presidente del Consiglio e per tutti i Ministri, il semplice svolgimento delle rispettive funzioni lavorative e istituzionali. Come certificazione di tale impedimento, i giudici secondo questa legge devono accettare la semplice “autocertificazione” del consiglio dei Ministri. Al momento dell’entrata in vigore, la legge al comma 3 prevedeva la validità anche per i processi in corso.

Perchè siamo contrari.

La legge ha dimostrato da subito la propria incostituzionalità: sospendendo i processi in cui era imputato Silvio Berlusconi, ha sancito la diseguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Infatti, il legittimo impedimento esiste già nell’impianto normativo italiano: un qualsiasi cittadino impossibilitato a presentarsi a processo ne può fare richiesta, sarà il giudice a decidere se l’impedimento sia legittimo o meno. Per Berlusconi e i suoi ministri invece sarà il consiglio dei Ministri, ovvero loro stessi, e i motivi potranno essere semplici impegni di lavoro.

La sentenza della Corte Costituzionale.

Il 13 gennaio 2011 la Corte Costituzionale ha sancito la parziale incostituzionalità della legge: la competenza nel giudicare il legittimo impedimento ricade sui giudici. Al tempo stesso, però, viene confermata la definizione di legittimo impedimento per “il concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste dalle leggi o dai regolamenti”. C’è solo la raccomandazione di una leale collaborazione tra poteri nello stabilire eventuali altre date. Ma in questa situazione, di una legge palesemente ad personam, fatta ad evitare che i processi di Silvio Berlusconi vadano avanti, non si può ipotizzare che ci sia una “leale collaborazione” con la magistratura. Rimane insomma aperta una scappatoia.

Il quesito referendario.

Il quesito referendario proposto da Italia dei Valori è completamente abrogativo della legge 51/2010  sulle “Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza”. Verrebbe cancellata del tutto, ripristinandio l’eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge e l’equilibrio dei poteri. Inoltre, i procedimenti penali nei confronti di Silvio Berlusconi, l’unico che attualmente beneficia di questa legge per i processi Mills e Mediaset, potrebbero riprendere il loro corso senza impedimenti strumentali.

manifesto legittimo-web



Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Le Nostre Immagini
Ultimi Tweet
'footernav', 'container' => '')); ?>
Copyright Italia dei valori Alto Adige.
FireStats icon Powered by FireStats